Rassegna europea

Guarda la
Rassegna EU

544 Informazioni trovate.

SETTEMBRE
21
  • VERTICE DI SALISBURGO - Immigrazione - Al Vertice di ieri si è discusso del tema dell'immigrazione. Il Presidente Tusk ha riportato al termine dell'incontro che sul tema forse "non avremo tutti la stessa visione, ma concordiamo sull'obiettivo finale, ovvero quello di combattere l'immigrazione illegale in Europa.
  • CRESCITA - Secondo l'OCSE si stanno intensificando i segnali di rallentamento dell'economia globale, che coinvolgono anche l'Italia.
  • CETA - Dopo un anno dall'entrata in vigore provvisoria del Ceta le esportazioni dall'UE verso il Canada sono aumentate del 7% durante il periodo ottobre 2017 - giugno 2018, rispetto a un anno prima.
  • TAV - Ieri la commissaria UE ai trasporti Violeta Bulc ha confermato le rassicurazioni ottenute dal nuovo ministro itailano sulla Tav.
  • CONSUMATORI - Airbnb, dopo il richiamo della Commissione europea, si adeguerà agli standard europei per la tutela dei consumatori.
  • APPROFONDIMENTO - Aiuti di Stato - Apple, Amazon, Google. Le supermulte UE costano 23 miliardi ai Big tech.
SETTEMBRE
20
  • VERTICE DI SALISBURGO - "Basta con il gioco delle colpe sull'immigrazione, non possiamo più essere divisi tra coloro che vogliono risolvere i problemi e coloro che vogliono usarli per il proprio tornaconto politico", il messaggio lanciato ieri dal presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.
  • DRAGHI - In Europa sono stati fatti "passi importanti" con la creazione di un meccanismo di supervisione bancaria e c'è stata "una considerevole riduzione dei rischi del settore bancario", ma "c'è ancora lavoro da fare", anche per rafforzare ulteriormente i bilanci delle banche.
  • AIUTI DI STATO Il caso McDonald - Nessun vantaggio particolare da parte del Lussemburgo a McDonald's. L'Antitrust UE ha assolto l'azienda e il Granducato, che ospita la sua sede legale.
  • UE - ASIA - “Vogliamo migliorare le connessioni tra Europa e Asia: la connettività è la via per il futuro”.
SETTEMBRE
19
  • VERTICE INFORMALE - I leader europei si incontreranno in Austria oggi e domani per discutere di sicurezza interna, migrazione e Brexit. Il vertice sarà ospitato da Sebastian Kurz, cancelliere dell'Austria, che esercita attualmente la presidenza del Consiglio. 
  • POLONIA E UNGHERIA - Incontri internazionali per il Presidente polacco Andrzej Duda che è stato ricevuto da Donald Trump alla Casa Bianca e per il premier ungherese Victor Orban che è invece volato da Putin.
  • IL DOPO DRAGHI - Il mandato di Draghi alla presidenza della Bce terminerà il prossimo autunno, ma la corsa per succedergli è già partita.
  • RIFORMA DEL WTO - Avanti su riforma e modernizzazione del Wto, con un nuovo approccio onnicomprensivo che prevede anche sanzioni per quei Paesi che non rispettano le regole, e le cui prime idee saranno presentate il 20 settembre a Ginevra in una riunione convocata dal Canada.
  • BREXIT Consiglio Affari Generali (art.50) - Ieri il Commissario Barnier ha informato i ministri sullo stato dei negoziati che continuano sia in vista di un'intesa sull'accordo di recesso che per il quadro delle future relazioni.
SETTEMBRE
18
  • RINNOVO DELLA COMMISSIONE EUROPEA - Socialisti - Prende forma giorno dopo giorno la corsa alla presidenza della prossima Commissione europea.
  • WEB TAX - Il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere austriaco Sebastian Kurz auspicano un accordo UE entro fine anno in merito alla tassazione sui colossi di Internet, i cosiddetti Gafa (Google, Amazon, Facebook, Apple).
  • BREXIT - "L’alternativa è non avere alcun accordo”, ha dichiarato ieri Theresa May in un’intervista rilasciata alla BBC.
  • IL CENTROSINISTRA IN EUROPA - Le elezioni in Svezia hanno confermato due tendenze già avviate in Europa: l'ascesa dei partiti populisti e il declino dei partiti di centrosinistra.
  • TRUMP E LA CINA - Nessun passo indietro di Donald Trump nei confronti della Cina. Anzi, il Presidente Usa sarebbe pronto ad annunciare nella giornata di oggi o domani al massimo una nuova ondata di dazi per circa 200 miliardi di dollari sull’import di merci cinesi, nonostante il nuovo round di negoziati con Pechino di fine mese.
SETTEMBRE
17
  • VOTO IN BAVIERA - Si è tenuto nel weekend il congresso della Csu in vista del voto di ottobre in Baviera.
  • BREXIT Verso l'accordo - Il Regno Unito e l'Unione Europea stanno "chiudendo" un accordo di recesso, ha detto venerdì il ministro della Brexit Dominic Raab.
  • ORA LEGALE - È in dirittura d'arrivo la proposta legislativa della Commissione europea che prevede l'abolizione del cambio di ora nel corso dell'anno.
  • STATO DI DIRITTO - Dopo l'Ungheria anche Malta e la Slovacchia sotto esame del Parlamento europeo.
  • USA-UE - Le maggiori potenze economiche europee stanno progettando di creare una società finanziaria "a fini speciali" per contrastare le sanzioni del presidente statunitense Donald Trump e aiutare l'Iran a continuare a vendere petrolio nell'Unione europea.

 

SETTEMBRE
13
  • STATO DELL'UNIONE - “Vorrei che si dicesse "no" al nazionalismo malsano, sì al patriottismo illuminato”. Lo ha detto ieri il presidente della Commissione UE Jean-Claude Juncker nel suo discorso sullo stato dell'Unione alla Plenaria a Strasburgo.
  • COPYRIGHT - Il Parlamento europeo ha adottato ieri con 438 voti favorevoli, 226 contrari e 39 astenuti il rapporto dell'On. Axel Voss (PPE, Germania).
  • DOCUMENTO SAVONA - Il Ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona, ha inoltrato ieri a Bruxelles un documento intitolato "Una politeia per un'Europa diversa, più forte e più equa".
  • ARTICOLO 7 - Strasburgo ha approvato ieri anche la risoluzione dell'europarlamentare olandese dei Verdi Judith Sargentin che accusa l’Ungheria di violare i principi della democrazia.
  • BCE - Il quantitative easing non sarà prolungato. La riunione di settembre della Banca centrale europea non darà, salvo improbabili sorprese, alcuna indicazione di un possibile ripensamento.
SETTEMBRE
12
  • STATO DELL'UNIONE - Occhi puntati sul Presidente della Commissione Jean Claude Juncker che questa mattina alle 9 farà il suo ultimo stato dell'Unione davanti alla Plenaria del Parlamento europeo.
  • PLENARIA - Nella giornata di oggi, dopo lo Stato dell'Unione, il piatto forte sarà il voto sulla riforma del copyright.
  • Copyright - Cosa dice la direttiva sul diritto d’autore.  
  • Futuro dell'UE - "Noi siamo decisi e determinati a non ripetere gli errori che ci hanno portato alla crisi" ha riferito ieri il premier greco Alexis Tsipras in Plenaria.
  • Ungheria - Viktor Orban ha fatto il suo ingresso ieri pomeriggio nell’emiciclo di Strasburgo per il dibattito in Aula sulle sanzioni contro l'Ungheria. 
  • BREXIT - Vertice straordinario a novembre - L'UE si avvia verso un vertice straordinario sulla Brexit a novembre. Secondo quanto riferisce il Guardian, il summit si potrebbe tenere il 13, mentre secondo fonti diplomatiche europee l'appuntamento potrebbe essere qualche settimana più tardi, il 20.  
  • FRONTE POPULISTA - Steve Bannon è a Roma per portare avanti il suo progetto politico "The Movement". 
  • DATI - Occupazione - Nel secondo trimestre 2018 sono stati registrati 158 milioni di occupati nell'eurozona e 238,9 milioni nell'UE nel suo complesso, "i livelli più alti mai registrati in entrambe le aree". 
SETTEMBRE
11
  • SVEZIA - Il kingmaker, in Svezia, ha il volto pulito di Jimmie Akesson. E per l'Unione europea non è una buona notizia. 
  • I numeri - A scrutinio terminato, il partito anti-immigrati degli Svedesi Democratici ha raggiunto il 17,7% (+4,7% rispetto al 2014). Il primo partito è rimasto quello dei Socialdemocratici con il 28,3%, temperando la debacle che gli assegnavano i primi exit poll. 
  • PLENARIA - Si tiene oggi il secondo giorno di riunione Plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo.
  • VERSO LE EUROPEE - L'Europa sarà sempre sul punto di morire ma le sue elezioni sono più vive che mai. 
  • TUSK DA CONTE - Incontro ieri a Roma tra il Presidente del Consiglio europeo Tusk e il Premier Conte.
  • Il Vertice informale - La cornice è quella del Vertice informale dei Capi di Stato dell'UE a 27 previsto per il 19 e 20 settembre a Salisburgo.
  • Brexit - Durante l'incontro si parlerà anche dell'uscita del Regno Unito dall'UE e, secondo il Financial Times, i leader dell'UE potrebbero dare mandato a Barnier per chiudere l'intesa sull'accordo di recesso al Consiglio europeo del 18 ottobre.  
  • USA - UE - L'obiettivo è raggiungere "risultati concreti a breve-medio termine" sui dazi e le dispute commerciali aperte tra UE e Usa ma "resta molto lavoro da fare questo autunno", per questo ci sarà un altro incontro a fine mese con il rappresentante Usa al commercio Robert Lighthizer. 
SETTEMBRE
10
  • SVEZIA - Alle elezioni tenutesi ieri la destra radicale non raggiunge le aspettative trionfali della vigilia, ma compie un consistente balzo in avanti. 
  • SALVINI - Intanto, il ministro dell'Interno e leader della Lega, Matteo Salvini, ha incontrato nei giorni scorsi Steve Bannon, ex stratega politico di Donald Trump, e Mischael Modrikamen, uno dei fondatori di The Movement, la fondazione che mira a riunire le forze euroscettiche e nazionaliste europee.
  • ELEZIONI EUROPEE - L'incontro si inserisce nel contesto delle future elezioni europee, in vista della quali il fronte sovranista sta dilagando nei sondaggi di tutto il continente, a cominciare dall'Italia e conta di fare bottino pieno il prossimo maggio.
  • WEBTAX - Si complica Il dossier sul tavolo dell’Ecofin: a Irlanda, Olanda, Lussemburgo, tradizionalmente contrari a tassare i big del tech, si è aggiunta ufficialmente la Germania che invita a “procedere con cautela”. 
  • MATTARELLA DIFENDE L'UE - 'Una casa comune solida e ben gestita costituisce il più efficace antidoto contro antistoriche spinte dissociative'. Così il Capo dello Stato Sergio Mattarella, che è tornato a parlare in difesa dell'Europa e del futuro dell'Unione europea nel messaggio di saluto al Forum Ambrosetti di Cernobbio. 
  • BREXIT - Il Trades Union Congress (potente sindacato britannico) ha avvertito Theresa May che è pronto a dare il suo pieno appoggio per un nuovo referendum sulla Brexit. 
SETTEMBRE
07
  • SPECIALE ELEZIONI – SVEZIA - Domenica si terranno le elezioni in Svezia e nessuno dei principali partiti politici sembra destinato ad ottenere la maggioranza, dando così potenzialmente un ruolo chiave nell'influenzare la formazione del nuovo governo al partito di estrema destra Democratici Svedesi (SD). 
  • SONDAGGI - Come da 100 anni a questa parte i Socialdemocratici (SAP) del premier uscente Stefan Löfven sembrano in grado di mantenere lo scettro di primo partito. 
  • I TEMI - Al centro della campagna elettorale sicuramente il tema dell’immigrazione. La Svezia ha accolto 163mila migranti soltanto nel 2015, superando il numero di richiedenti asilo presenti negli altri Stati europei in proporzione alla popolazione. 
  • RICADUTE - La Riksbank, la banca centrale svedese, si è riunita ieri per le scelte di politica monetaria del regno. Resta da vedere se il risultato elettorale ricalcherà fedelmente i sondaggi. 
  • IL SISTEMA ELETTORALE - I 349 deputati del Parlamento (Riksdag) in Svezia sono eletti con un sistema proporzionale: 310 si candidano nei 29 collegi elettorali presenti nel paese, ognuno dei quali presenta un numero fisso di seggi a seconda della popolazione.
  • WHO'S WHO - Chi è Jimmie Åkesson? - 39 anni leader carismatico dei Democratici Svedesi (SD), che ogni elezione hanno visto raddoppiare i consensi e quest'anno sembrano pronti a diventare il secondo partito. 
  • Il Premier uscente - Stefan Löfven ex sindacalista del settore mettallurgico ha di fronte la sua più grande sfida politica, quella di tenere il governo di centro-sinistra al potere. 
  • I conservatori - Ulf Kristersson, attuale leader del principale partito di opposizione ed ex ministro del governo di centro destra che ha governato dal 2010 al 2014, ha fatto una campagna elettorale concentrandosi in particolare sul tema dell'immigrazione nel tentativo di sottrarre elettori ai Democratici Svedesi. 
  • IL REPORTAGE - Viaggio di euronews nello Småland, roccaforte dei nazionalisti svedesi, a pochi giorni dalle elezioni. La provincia dello Småland, una delle più antiche della Svezia, conserva un'aura quasi mitica. 
______
______
UNINDUSTRIA COMO
Via Raimondi 1 22100 Como
tel 031 23 41 11
fax 031 23 42 50
 

unindustriacomo@unindustriacomo.it
unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
ORARIO DI APERTURA UFFICI:
dal lunedí al Giovedí:
08.30 - 13.00 / 14.00 18.00
il Venerdí:
08.30 - 13.00 / 14.00 17.00

Come Raggiungerci
Privacy Cookie
Informativa Privacy
RDP - DPO
Designed by Ovosodo - Powered by TIM Informatica - © 2017 Via Raimondi, 1 - 22100 Como tel +39 031234111 fax +39 031234250 C.F. 80010020131 e-mail: unindustriacomo@unindustriacomo.it pec: unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI