Rassegna europea

Guarda la
Rassegna EU

458 Informazioni trovate.

APRILE
23
  • ACCORDO UE MESSICO - L’Unione europea e il Messico hanno raggiunto un accordo politico per l'eliminazione di numerosi ostacoli agli scambi commerciali. 
  • BREXIT - Il partito laburista non esclude di poter dare il suo supporto ad un eventuale secondo referendum sulla Brexit. Anche se la soluzione migliore secondo John McDonnell, portavoce del partito, sarebbero nuove elezioni generali. 
  • Il punto sulla Brexit - Il conto alla rovescia continua: mancano 341 giorni a Brexit e regna tuttora l’incertezza sul tipo di accordo che la Gran Bretagna riuscirà a raggiungere con l’Unione Europea. 
  • EDITORIALE - Dazi USA - I dazi e le elezioni di mid term americane: perché potrebbero essere un boomerang per Trump, scrive Andrea Montanino su La Stampa
  • OCCUPAZIONE - L'Italia è penultima nell'UE per il livello di occupazione, con 62,3% nel 2017. A far peggio solo la Grecia, con 57,8%. Stessa posizione di fanalino di coda anche per lo scarto occupazionale tra uomini e donne con 19,8%, dove ad avere una differenza maggiore è solo Malta con 26,1%.
  • FUTURO DELL'UE - "È necessario un processo di riforma dell'Unione che parta anche dal rafforzamento del dialogo e della cooperazione interparlamentare". 
  • GERMANIA - Andrea Nahles è stata eletta presidente dei socialdemocratici tedeschi con il 66,35% dei consensi. È la prima volta di una donna leader nei 155 anni di storia dell'Spd.
     
APRILE
20
  • VERTICE MERKEL MACRON - Per il Consiglio europeo di giugno Angela Merkel promette di affrontare con Emmanuel Macron i “grandi temi centrali” per garantire il rilancio dell’Europa. Questo il principale risultato dell'incontro avvenuto ieri a Berlino.
  • Merkel frena lo slancio di Macron - La cancelliera potrebbe aver deciso di lavorare alla sua eredità tedesca invece che a quella europea. 
  • PLENARIA - Emissioni - Il Parlamento ha approvato ieri in via definitiva una vigilanza europea più rigorosa sull'omologazione delle auto per garantire che le norme siano applicate in modo uniforme nell'UE. 
  • Bio - Con 466 voti a favore L'Europarlamento ha approvato le nuove norme sulla produzione e commercializzazione dei prodotti da agricoltura biologica. 
  • Vaccini - Approvata ieri anche una risoluzione non vincolante sui vaccini. Gli eurodeputati si sono dichiarati preoccupati dal calo di fiducia dell'opinione pubblica nella vaccinazione, che è una grande sfida e che sta già avendo un impatto sulla salute. 
  • BREXIT - L’Unione europea si starebbe preparando ad una "hard Brexit" e vorrebbe attribuire poteri d’emergenza alle istituzioni europee. 
  • HANNO DETTO - Hollande - "Tornare indietro rispetto alla Brexit sarebbe una minaccia per l'Europa. Se il Regno Unito rimarrà nel Mercato Unico dovrà rispettare la libertà di movimento". 
  • Cameron - "I paesi occidentali devono combattere l'ascesa dei populismi che hanno portato alla Brexit e all'elezione di Donald Trump. Penso che vi sia la necessità di riscoprire la nostra essenza democratica ed essere orgogliosi del fatto che siamo vere democrazie".
  • Moscovici - "La tassa sull'economia digitale non è antiamericana e non è contro l'economia digitale, è una strada verso il futuro". 
  • APPALTI - In Croazia, a Peljesac, il “ponte sullo stretto” sarà, molto probabilmente, realizzato entro il 2022. Quasi interamente con fondi UE ma dai cinesi. 
  • COMMERCIO - L'italia è il Paese europeo in cui è più complicato aprire un negozio, e dove cominciano a pesare anche le restrizioni alle attività. 
  • PER IL WEEKEND - Il problema dell’Italia con l’inglese.
  • Why the French Are Growing Angry With Emmanuel Macron.
  • Germans love their cars. They also love the environment. A diesel ban is forcing them to choose.
  • Russia internet ban, blocks Telegram and milion of websites. 
APRILE
19
  • SELMAYRGATE - Parlamento - Il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione ricca di compromessi sulla recente nomina di Martin Selmayr alla carica di Segretario generale della Commissione europea. 
  • Commissione - Dopo che il Parlamento ha votato la risoluzione sulla nomina di Selmayr, il commissario responsabile per il bilancio e le risorse umane, Oettinger, ha risposto con una dichiarazione ribadendo la posizione della Commissione. 
  • COMMERCIO INTERNAZIONALE - UE - Giappone - Il vicepresidente della Commissione europea Jyrki Katainen ha annunciato ieri che la Commissione europea ha firmato un accordo di partenariato economico tra l'UE e il Giappone e un accordo commerciale e di investimento tra l'Unione e Singapore. 
  • Dazi - Il commissario per il Commercio, Cecilia Malmstrom, in occasione dell’annuncio della richiesta di ratifica degli accordi con Giappone e Singapore, è tornata sull'argomento dei dazi imposti dal Presidente americano Donald Trump. 
  • CONGIUNTURA FLASH - ANALISI MENSILE DEL CSC DI CONFINDUSTRIA - APRILE 2018 - Crescono i rischi per l’economia mondiale e l’Italia rallenta nel 1° trimestre.
  • BREXIT - Unione doganale - Sconfitta per il Governo britannico su una delle questioni cruciali per la Brexit. Ieri pomeriggio la Camera dei Lord ha votato con una maggioranza di 123 voti a favore di un emendamento al “Brexit Bill” contro la decisione di Londra di uscire dall'Unione doganale. 
  • FONDO MONETARIO EUROPEO -  La Cancelliera Angela Merkel ritorna sull'idea di trasformare il Meccanismo europeo di stabilità (Esm) in un vero e proprio Fondo monetario europeo. 
  • ALLARGAMENTO EU - Aperti dalla Commissione europea anche i negoziati di adesione con l'Albania e la Macedonia, il prossimo passo sarà ora una decisione del Consiglio. 
  • ECONOMIA CIRCOLARE - Approvato in via definitiva dal Parlamento europeo il pacchetto sull’economia circolare. 
  • ELEZIONI EUROPEE 2019 - Gli europarlamentari hanno scelto le date per le prossime elezioni europee - 23/26 maggio 2019 - e contestualmente hanno approvato il loro calendario delle tornate del 2019. 
  • ZUCKERBERG AL PE - "Tutti i gruppi politici dell'Europarlamento sottolineano l'assoluta necessità di una sua personale presenza" per riferire sulla violazione delle norme sulla privacy, "così come ha fatto davanti al Congresso Usa". 
APRILE
18
  • MACRON AL PARLAMENTO EUROPEO - "Non possiamo far finta di essere in un tempo normale, c'è un dubbio che attraversa molti dei nostri Paesi europei sull'Europa, una sorta di guerra civile europea sta emergendo: stanno venendo a galla i nostri egoismi nazionali e il fascino illiberale". Usa toni drammatici il presidente francese Macron, intervenendo a proposito di autoritarismi e populismi, della situazione legata alla Brexit e delle divisioni all'interno dell'UE. 
  • VOTAZIONI IN PLENARIA - Ambiente - Due regolamenti adottati ieri in Parlamento mirano a ridurre le emissioni di CO2 prodotte da agricoltura, trasporti, edilizia e rifiuti del 30% entro il 2030 e a compensare la deforestazione piantando nuovi alberi.  
  • Energia - Aggiornata la direttiva sulla prestazione energetica nell'edilizia che impone agli Stati membri di elaborare strategie nazionali a lungo termine per sostenere la ristrutturazione efficiente di edifici pubblici e privati, con l’obiettivo di ridurre le emissioni nell’UE dell’80-85% rispetto ai livelli del 1990. Tali obiettivi di lungo termine sono stati fissati al 2050 ieri dal Parlamento.
  • Finanziamento partiti politici - Sono state approvate in via definitiva dal Parlamento europeo nuove regole per garantire il corretto utilizzo del denaro pubblico nei finanziamenti ai partiti e alle fondazioni politiche europee.
  • RIFORMA EUROZONA - Cresce la distanza tra Francia e Germania sulla riforma dell’Eurozona e di conseguenza si allontana il giorno in cui potrebbe vedere la luce. Al termine del Consiglio Europeo di dicembre, Merkel e Macron avevano annunciato una proposta comune «entro marzo». Poi la scadenza è slittata a giugno. 
  • CESE - Luca Jahier, un italiano torna alla guida del Comitato economico e sociale UE (CESE). Il Comitato è un organo consultivo dell'UE che comprende rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro e di altri gruppi d’interesse. 
  • APPROFONDIMENTO - Le nuove priorità del bilancio UE - La definizione del nuovo bilancio della UE è complicata da grosse novità, a partire dalla Brexit, che farà venir meno le risorse del Regno Unito provocando un ammanco da 12-13 miliardi di euro l’anno, scrive Ferdinando Nelli Feroci (ex Rappresentante Permanente a Bruxelles) sul Sole 24 Ore. Si dovrà stabilire quanto tale riduzione verrà compensata da tagli di spesa, aumento dei contributi nazionali ed eventuali nuove risorse.
  • DATI ED ECONOMIA DIGITALE - Secondo una proposta che la Commissione europea dovrebbe presentare, aziende del calibro di Google, Microsoft e Facebook saranno costrette a consegnare i dati degli utenti alle forze dell'ordine europee anche quando archiviati su server al di fuori del blocco. 
  • ALLARGAMENTO - La Commissione europea ha adottato il pacchetto annuale sull'allargamento, comprendente sette relazioni individuali sui partner dei Balcani occidentali e sulla Turchia, per valutare l'attuazione della politica di allargamento dell'Unione europea che si basa su criteri stabiliti e condizioni eque e rigorose. 
  • ILVA - Il ministro dell'economia del Granducato Etienne Schneider ha comunicato che il Lussemburgo ha inviato una lettera alla Commissione UE per chiedere che il sito di Dudelange sia preservato all'interno del gruppo ArcelorMittal anziché ceduto in vista di ottenere il via libera per l'acquisizione dell'Ilva. 
APRILE
17
  • BILANCIO - Il presidente francese Macron ha dichiarato di avere "obiettivi ambiziosi" per il prossimo bilancio europeo 2021-2027. Sul bilancio ci sarebbero alcuni punti di accordo tra Francia e Germania. 
  • EUROZONA - Nonostante le riserve espresse all'interno dei partiti, tra Berlino e Parigi sulle riforme dell'eurozona vi è volontà di trovare una strada comune. È quanto ha assicurato oggi il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert. 
  • BREXIT - Secondo referendum - "La Brexit non è inevitabile": questo il messaggio inviato al Governo britannico da una nuova alleanza di deputati di tutti i partiti che ha lanciato a Londra una campagna a favore della permanenza nell'UE del Regno Unito. 
  • Equilibri europei - L'uscita della Gran Bretagna dall'UE potrebbe cambiare gli equilibri in Consiglio e avere delle ripercussioni sul futuro delle alleanze tra Stati membri. 
  • CONSIGLIO DELL'UE - Commercio internazionale - Il Consiglio ha adottato la sua posizione sul regolamento di ammodernamento degli strumenti di difesa commerciale dell'UE, a seguito dell'accordo politico raggiunto con il Parlamento europeo a dicembre 2017. Nelle prossime settimane il testo sarà approvato in via definitiva dal Parlamento.
  • Agroalimentare - I Paesi membri, inclusa l’Italia, hanno approvato a larga maggioranza il regolamento esecutivo sulle indicazioni. Le norme lasciano flessibilità sui riferimenti geografici e non valgono per prodotti Dop, Igp, Stg, né a marchio registrato. Si applicheranno da aprile 2020.  
  • Digitale - Il Consiglio ha adottato delle conclusioni sulle attività informatiche dolose che sottolineano il ruolo significativo svolto da un ciberspazio globale, aperto, libero, stabile e sicuro in cui si applicano pienamente i diritti umani e le libertà fondamentali nonché lo stato di diritto. 
  • PROCEDURA DI INFRAZIONE - Alcuni Stati membri, tra cui l'Italia sono a rischio di procedura di infrazione da parte della Commissione europea in quanto i canoni concessori per le autorità portuarie potrebbero essere interpretati come aiuti di stato illegali.
APRILE
16
  • AIUTI DI STATO - Banche - La Commissione UE ha dato venerdì il suo via libera allo schema d'intervento, messo a punto dalle autorità italiane, per facilitare la liquidazione delle banche con asset di valore complessivo fino a tre miliardi di euro. 
  • Alitalia - La Commissione europea sarebbe invece pronta ad aprire una procedura formale per aiuti di Stato su Alitalia. La decisione è stata presa, così come è già pronta la lettera da inviare al governo italiano con una serie di domande sul dossier. 
  • EDITORIALI – Ungheria - Ciò che è avvenuto domenica scorsa in Ungheria (con il successo del partito della destra nazionalista Fidesz guidato dal primo ministro in carica Viktor Orban) va oltre i confini di quel Paese. Perché?
  • MONTENEGRO - Il Partito democratico dei socialisti al governo in Montenegro ha dichiarato la vittoria del suo leader, filo-occidentale, Milo Djukanovic nelle elezioni presidenziali. 
  • BREXIT - Il problema dell'Irlanda - In attesa che la bozza di accordo di uscita sulla Brexit entri nella “fase due” dei colloqui, il Post fa il punto sugli aspetti più controversi di uno dei temi più complessi dell’accordo in discussione tra Unione Europea e Regno Unito.
  • BREXIT - Voto sull'accordo finale - Secondo un sondaggio condotto da Opinium Research per il gruppo pro-EU Open Britain, il 52% degli intervistati vorrebbe poter votare sull'accordo di uscita del Regno Unito dall'UE. 
  • MACRON A STRASBURGO - Il più europeo dei francesi domani parlerà di fronte agli eurodeputati a Strasburgo. Emmanuel Macron, passato da zero a presidente in men che non si dica, resta un mistero per molti. Dove affonda le radici il suo europeismo? 
     
APRILE
13
  • FILIERA ALIMENTARE - La Commissione ha presentato ieri una proposta che mira a combattere le pratiche commerciali sleali più dannose per dare maggiore certezza agli agricoltori e alle piccole e medie imprese della filiera alimentare. 
  • POLITICA DI COESIONE - Si è tenuto ieri il Consiglio Affari Generali dedicato alla politica di coesione, che ha fatto riemergere le diverse posizioni tra i Paesi che vorrebbero aumentare il bilancio e quindi il contributo nazionale, e chi invece è contrario.
  • POLITICA DI COESIONE - Semplificazione, flessibilità e riconoscimento del "ruolo importante" delle autorità nazionali e regionali nell'uso dei fondi strutturali europei, dalla loro programmazione al loro controllo. Sono i punti principali delle conclusioni sul futuro della politica di coesione dopo il 2020 adottate dai ministri europei responsabili del dossier, riuniti ieri in Lussemburgo.
  • ELEZIONI EUROPEE - Votewatch Europe ha pubblicato ieri un sondaggio svolto tra 1000 persone, di cui quasi la metà lavora nelle Istituzioni UE, secondo il quale Michael Barnier sarebbe il favorito per succedere a Junker a seguito delle prossime elezioni europee. 
  • DATAGATE - Gruppo di lavoro europeo - Andrea Jelinek, presidente del gruppo di autorità per la protezione dei dati dell'UE ha reso noto che, a seguito del datagate che ha visto Facebook protagonista, si sta procedendo a creare un gruppo di lavoro sui social media per esaminare in modo più approfondito la questione della raccolta dei dati personali. 
  • DATAGATE - Corte di giustizia europea - L'Alta corte irlandese ha richiesto al tribunale superiore dell'UE una valutazione dettagliata della legittimità dei metodi utilizzati dal social network per raccogliere dati. 
  • SERVIZI DI CONSEGNA TRANSFRONTALIERA - Il Consiglio ha adottato ieri le norme sui servizi di consegna transfrontaliera dei pacchi, sulla base dell’accordo provvisorio che era stato raggiunto lo scorso 13 dicembre con il Parlamento. 
  • PRODUZIONE INDUSTRIALE - Secondo i dati Eurostat la produzione industriale dell'eurozona ha registrato un calo della produzione industriale dello 0.8%. In Italia la produzione industriale è scesa, marcando -0,5%. 
APRILE
12
  • CONSUMATORI - Sulla scia dello scandalo Volkswagen, la Commissione europea ha presentato ieri a Bruxelles un progetto di direttiva che dovrebbe dotare i consumatori di un nuovo strumento di ricorso collettivo dinanzi alla giustizia. 
  • BREXIT - Consiglio europeo - Donald Tusk, Presidente del Consiglio europeo, ha tenuto presso la UCD Law Society di Dublino un discorso sulla Brexit, ammettendo di essere "furioso" riguardo l'uscita del Regno Unito dall'UE. 
  • BREXIT - Barnier - In un'intervista al quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, il negoziatore della Brexit della Commissione europea, Michel Barnier, ha affermato che il Regno Unito può cambiare idea sulle sue "red lines" fino alla fine del periodo di transizione (dicembre 2020). 
  • BREXIT - UE/India - Oggi i negoziatori dell'UE e dell'India si incontreranno nel tentativo di rilanciare i colloqui sugli accordi commerciali bloccati da cinque anni. 
  • BCE - Il presidente della BCE, Mario Draghi, ha incontrato ieri, a Francoforte, i ragazzi del premio Generazione Euro, la gara aperta agli studenti delle scuole secondarie superiori appassionati di economia. 
  • NOTA CSC N.1 - 2018 - DAZI USA: DANNI PER TUTTI E RISCHI DI GUERRA COMMERCIALE - Si moltiplicano le barriere tariffarie introdotte dagli Stati Uniti da inizio 2018. 
  • DIGITALE - Datagate - Le 28 autorità di protezione dati dell'UE, che si sono riunite ieri nel cosiddetto "Working party 29", potrebbero chiedere i danni a Facebook per il datagate Cambridge Analytica, in applicazione del nuovo regolamento GDPR, che entrerà in vigore il 25 maggio, e che prevede un'ammenda fino ad un massimo del 4% del fatturato della compagnia. 
  • DIGITALE - Congresso americano - Si sono concluse le due giornate di Zuckerberg davanti al Congresso americano. Il fondatore e CEO di Facebook, non solo si è assunto le proprie responsabilità e ha assicurato che farà il possibile affinché l'identità degli utenti venga in futuro tutelata, ma ha anche chiesto aiuto aprendosi a un intervento legislativo. 
  •  RIDUZIONE EMISSIONI - L'UE continua a spingere perché si fissi un obiettivo ambizioso di riduzione delle emissioni a livello mondiale per il settore del trasporto marittimo con l'obiettivo di raggiungere i target previsti dall'accordo di Parigi. 
  • ICI - Secondo l'avvocato generale della Corte UE, il belga Melchior Wathelet, l'Ici non pagata dalla Chiesa, già ritenuta un aiuto di Stato illegale nel 2012, va recuperata, perché non vale l'eccezione riconosciuta dalla Commissione e dal Tribunale UE allo Stato italiano motivata con difficoltà organizzative. 
APRILE
11
  • INVESTIMENTI START-UP - La Commissione europea e il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) hanno lanciato ieri un programma paneuropeo di fondi di capitali di rischio (VentureEU) volto a stimolare gli investimenti nelle start-up e scale-up innovative in tutta Europa. 
  • SPITZENKANDIDATEN - A inizio novembre si saprà il nome del candidato proposto dai Popolari europei che, in caso di vittoria del partito alle elezioni europee del 2019, sarà proposto ai leader UE come il futuro presidente della Commissione europea. 
  • UNGHERIA - Le dichiarazioni di Viktor Orban e dei suoi fedelissimi dopo il trionfo elettorale sono quasi un programma di governo, trasparente, annunciato, democratico che nasconde tuttavia una ulteriore spinta autoritaria. 
  • RIFORME - Il direttore generale del fondo salva-Stati ESM, Klaus Regling, ha lanciato un appello agli Stati membri dell'UE affinché vadano avanti con le riforme dell'Eurozona, perché se si faranno con la prossima crisi il costo potrebbe essere molto più alto.
  • BREXIT - Secondo Tony Blair e Bertie Ahern, rispettivamente ex leader britannico e irlandese, i rispettivi governi non stanno dedicando abbastanza energie per trovare una soluzione all'impasse riguardante il confine tra Irlanda e Irlanda del Nord. 
  • RE-IMAGINE EUROPA - Valéry Giscard d'Estaing, ex Presidente francese lancerà oggi al Parlamento europeo l'associazione Re-Imagine Europa - POLITICO - Nell'advisory board anche l'ex Premier Enrico Letta e Monica Maggioni. 
  • ROMA - BARCELLONA - Imperdibile la reazione su twitter del Primo Vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans, grande tifoso romanista, dopo l'impresa della Roma in Champions. 
  • FACEBOOK/CAMBRIDGE ANALYTICA - Facebook - Mark Zuckerberg ieri ha parlato davanti a due Commissioni del Senato americano riunite, giudiziaria e del commercio, mentre oggi testimonierà davanti alla Commissione dell’energia e del commercio della Camera. 
  • DIGITALE - Tassazione - A meno di un mese della proposta della Commissione europea sulla tassazione digitale, iniziano a definirsi meglio le posizioni degli Stati membri.
  • DIGITALE - Criminalità informatica - La digitalizzazione offre enormi opportunità di crescita e semplificazione, ma porta anche nuove sfide. 
  • UBER - Ieri la Corte di Giustizia UE ha stabilito che gli Stati membri possono proibire e punire penalmente l'esercizio illegale di attività di trasporto senza avvisare in anticipo la Commissione europea.
APRILE
10
  • BCE - Pubblicato ieri il Rapporto annuale 2017 secondo il quale la ripresa economica dell'area euro nell'anno di riferimento ha assunto la forma di un'espansione solida e generalizzata. 
  • BILANCIO - Dopo mesi di schermaglie e di simulazioni, ora si fa sul serio. Il confronto sul prossimo bilancio pluriennale, destinato a distribuire le risorse dell’Unione europea nei sette anni compresi tra il 2021 e il 2027, entra nel vivo. 
  • ITALIA - Il vicepresidente della Commissione UE, Valdis Dombrovskis, ha dichiarato che la Commissione europea "ritiene fondamentale che l’Italia si attenga ai target fiscali, riduzione deficit e debito, per l’Italia è importantissimo.
  • BREXIT - Qui Bruxelles - Il commissario europeo all'Agricoltura, l'irlandese Phil Hogan, ha sostenuto che i leader europei non si aspettano cambiamenti sostanziali nella posizione del Regno Unito. 
  • BREXIT - Qui Londra - L'Associazione per la gestione degli investimenti alternativi (AIMA), con sede a Londra, ha pubblicato un documento di posizione col quale si invita il Governo britannico a cercare accordi di cooperazione con l’UE.
  • DIGITALE - Digital day - Oggi la Commissione riunirà i ministri e i rappresentanti dei paesi dell'UE, dell'industria, del mondo accademico e della società civile per promuovere la cooperazione nei settori dell'intelligenza artificiale, delle tecnologie blockchain, della sanità elettronica (eHealth) e dell'innovazione. 
  • DIGITALE - Facility live - Sono giorni caldi sul fronte dei dati. Lo scandalo Facebook – Cambridge Analytica ha aperto scenari che per troppo tempo sono rimasti seminascosti. 
  • EDITORIALE - I limiti dell'Unione dei mercati dei capitali UE e l'esempio di Spotify - di Lorenzo Consoli.
  • DATI - Costo del lavoro - Eurostat rende noto che il costo orario del lavoro nell'eurozona è aumentato dell'1,9% nel 2017, per raggiungere in media i 30,3 euro.  
  • DATI - Produzione industriale - Secondo eurostat a febbraio 2018, rispetto a gennaio 2018, i prezzi alla produzione industriale sono aumentati dello 0,1% nell’eurozona e sono rimasti stabili nell'UE28. 
  • SETTORE MANUFATTURIERO – L’agenzia europea per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, ha reso noto uno studio che riassume i risultati degli studi condotti sull’impatto delle tecnologie sulla produzione e sull'occupazione nel settore manifatturiero in Europa fino al 2025. 
______
______
UNINDUSTRIA COMO
Via Raimondi 1 22100 Como
tel 031 23 41 11
fax 031 23 42 50
 

unindustriacomo@unindustriacomo.it
unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
ORARIO DI APERTURA UFFICI:
dal lunedí al Giovedí:
08.30 - 13.00 / 14.00 18.00
il Venerdí:
08.30 - 13.00 / 14.00 17.00

Come Raggiungerci
Designed by Ovosodo - Powered by TIM Informatica - © 2017 Via Raimondi, 1 - 22100 Como tel +39 031234111 fax +39 031234250 C.F. 80010020131 e-mail: unindustriacomo@unindustriacomo.it pec: unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI