La Storia

Negli anni la storia
dell'Associazione

La Storia

NEGLI ANNI LA STORIA
_____

DELL'ASSOCIAZIONE
 

Nel contesto del territorio, gli interessi dei produttori manifatturieri e industriali - così come delle altre tipologie di operatori economici - si esprimono per molti secoli attraverso la Camera di Commercio, un ente che affonda le sue radici nelle istituzioni medioevali ma che nel corso del XVIII e poi soprattutto del XIX secolo trova una sua codificazione organizzativa al passo con le esigenze moderne.

Immagine della Sede dell'Associazione - Anni 20
Via Raimondi angolo Via Diaz, sede dell'Unione Industriali di Como, negli anni Venti.
È stata utilizzata fino al 1958, anno in cui È iniziata la costruzione dell'attuale edificio.

È solo alla fine dell'Ottocento, quando il settore propriamente industriale del Comasco conosce una notevole crescita, che all'interno del mondo imprenditoriale si affaccia la richiesta di un'organizzazione che si faccia carico delle istanze specifiche di tale comparto produttivo.

Nel 1900-1901 il dibattito intorno a questi temi produce la costituzione di una nuova "Associazione per gli interessi comaschi" o, come viene più spesso definita, "Associazione per gli interessi di Como", in cui anche gli interessi industriali vengono riassunti nelle più ampie e trasversali problematiche legate alla promozione della città nel suo complesso: un atteggiamento che aveva già trovato una sua altissima espressione nell'Esposizione Voltiana del 1899 che aveva celebrato, insieme al genio comasco di Volta e alle novità dell'elettricità, anche le eccellenze della produzione manifatturiera comasca.

Questo primo sforzo viene comunque giudicato troppo generalista, tanto che nel 1903-1904 si dà vita a un nuovo raggruppamento imprenditoriale,

questa volta centrato sul settore tessile, che rappresenta in questa fase storica la parte più dinamica dell'economia del territorio. Nasce così l'"Associazione Italiana Fabbricanti Seterie" che, esistente fin dal 21 novembre 1903, diviene operativa nella primavera 1904.

Nel 1908, gli stessi obiettivi che avevano dato vita all'"Associazione per gli interessi di Como" trovano espressione nella "Federazione Esercenti e Commercianti" (di tanto in tanto indicata sulla stampa anche come "Federazione Esercenti Commercianti e Industriali"); già fondata nel febbraio 1908, a marzo risulta avere oltre 400 inscritti e il 15 aprile 1908 apre i propri uffici di assistenza sindacale. In questo periodo il mondo imprenditoriale è quindi rappresentato da un gruppo cospicuo di associazioni, tanto che nelle "elezioni commerciali" interne alla Camera di Commercio di Como del dicembre 1908 risultano partecipare:

  • Associazione Commerciale Comense
  • Associazione Italiana tra i Fabbricanti di Seterie
  • Associazione fra esercenti e commercianti
  • Associazione per gli interessi di Como

 

Questa situazione appare stabile per qualche anno, anche per l'impatto tragico del lungo primo conflitto mondiale.

Immagine della Nuova Sede dell'Associazione - Anni 50
La nuova sede dell'Unione Industriali di Como, costruita alla fine degli anni Cinquanta sul luogo della precedente. (Pic. Archivio NodoLibri)

Negli anni seguenti, per una più puntuale considerazione delle esigenze del mondo industriale, anche al di là della specificità del mondo tessile, si fa forte la richiesta di nuove forme associative,

così che nel 1919, all'interno della "Federazione Esercenti Commercianti e Industriali" si dà vita a una "Sezione Industrie metallurgiche meccaniche ed affini"; è questa la prima associazione propriamente industriale del territorio

(tanto che per prima volta esibisce nella denominazione ufficiale la parola "Industrie"). L'assemblea "per gettare le basi" della sezione di Como si svolge l'8 marzo 1919, cui segue il 23 marzo una riunione "per discutere lo statuto".

Nel 1922 la situazione risulta ormai stabilizzata con la presenza di:

  • Federazione Esercenti Commercianti e Industriali, via Raimondi 1
  • Associazione Industriali metallurgici (Sezione della cit. Federazione), via Raimondi 1
  • Associazione Italiana di Fabbricanti di Seterie, via Parini 4
  • Unione Industriali Arti grafiche ed affini, piazza del Duomo 8

 

Immagine della Sede Attuale dell'Associazione
L'attuale sede di Unindustria Como, al numero 1 di Via Raimondi.

Nel 1926, però, a seguito della riforma dello Stato secondo il modello corporativo voluto dal regime fascista, tutte le associazioni sindacali, di qualsiasi tipo, vengono abolite e ricostituite come apparati dello Stato. Viene quindi fondata anche a Como l'"Unione Industriali", che il 16 luglio 1926 presso la Camera di Commercio nomina il primo consiglio direttivo provvisorio; primo presidente è il grand. uff. Enrico Stucchi; gli uffici sono poi insediati in via Oriani 2.

L'"Unione Industriali" viene poi rifondata nel maggio 1945 all'indomani della Liberazione, dopo lo scioglimento di tutte le istituzioni dello Stato fascista. Il fatto che il rinnovamento dell'istituzione avvenga senza alcuno strascico di polemiche testimonia dell'importanza dell'associazione nel panorama economico del territorio.

 
______
______
UNINDUSTRIA COMO
Via Raimondi 1 22100 Como
tel 031 23 41 11
fax 031 23 42 50
 

unindustriacomo@unindustriacomo.it
unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
ORARIO DI APERTURA UFFICI:
dal lunedí al Giovedí:
08.30 - 13.00 / 14.00 18.00
il Venerdí:
08.30 - 13.00 / 14.00 17.00

Come Raggiungerci
Designed by Ovosodo - Powered by TIM Informatica - © 2017 Via Raimondi, 1 - 22100 Como tel +39 031234111 fax +39 031234250 C.F. 80010020131 e-mail: unindustriacomo@unindustriacomo.it pec: unindustriacomo@pec.confindustriacomo.it
Questo sito utilizza cookie tecnici al fine di garantire la normale navigazione e fruizione del sito.
La prosecuzione della navigazione determina il tacito consenso all'uso dei cookie.     ACCETTA     APPROFONDISCI